Crea sito

Cerqueto InForma

Storia, cultura e vita di un paese

Archivio per "Editoriale" Rubriche


Sostieni il Museo!

Proviamo ad immaginare  i giovani del futuro, anche di un futuro non molto lontano, solo  qualche decennio! Proviamo ad immaginare il tempo che scorre  inesorabilmente veloce, i nostri ricordi che svaniscono e si perdono da un anno all’altro. Proviamo ad immaginare il patrimonio  trasmesso dai nostri avi che si dissolve fino a scomparire. Proviamo ad immaginare tutto questo!
Chiediamoci cosa vorremmo lasciare a questi giovani, cosa sceglieremmo per loro come strumento che possa aiutarli a conservare e trasmettere il nostro e il loro patrimonio. Quali valori doneremmo loro?

Ognuno di noi può sicuramente fare qualcosa e  possiede qualcosa di utile e importante per soddisfare questa domanda.  E lo possiamo fare con il sostegno al museo, contribuendo alla valorizzazione, conservazione e arricchimento di un patrimonio culturale di straordinaria importanza per la comunità. Sostenere il museo significa sostenere un progetto che cerca di rappresentare e valorizzare al meglio il nostro territorio, il Gran Sasso, la sua secolare civiltà agricola e pastorale.  Affinché la missione del museo possa compiersi ognuno di noi può e deve delinearne un tassello vitale. (altro…)

Il voto: un preciso dovere civico oltre che un diritto

I Monti della Laga, visti da Colle Ceraso - Cerqueto - Ph. Giuseppe Bianchini

I Monti della Laga, visti da Colle Ceraso – Cerqueto – Ph. Giuseppe Bianchini

“Il voto è personale ed eguale, libero e segreto. Il suo esercizio è un dovere civico.” Recita il secondo comma dell’art. 48 della Costituzione italiana.

La lettura di questo importantissimo enunciato, espressione per antonomasia del principio democratico, mi fa pensare a quanto sofferto e dispendioso, in termini di vite umane, sia stato il percorso che ha portato alla sua statuizione.

Forse oggi, presi come siamo, anche dalla fretta e dalla competizione, in ogni campo della vita, non riflettiamo abbastanza su questa e su altre fondamentali conquiste, come la parità giuridica tra l’uomo e la donna, l’uguaglianza formale e sostanziale tra tutti gli individui, la libertà in tutte le sue espressioni, il diritto all’istruzione, che hanno senza ombra di dubbio, migliorato l’esistenza umana e favorito lo sviluppo economico e sociale della società civile. (altro…)

Profumi d’autunno, torna il “borgo in festa”.

Ph. Gianluca PisciaroliDicono che la bella stagione sia passata….a me sembra proprio di no! Tranne per il fatto di essere tornati sui banchi di scuola e in ufficio, per chi c’è l’ha, già da un mese, il clima mite di questo periodo regala un piacevole prolungamento d’estate.

Eppure, l’autunno, quello astronomico e purtroppo anche quello del calendario e’ già più che cominciato. Comunque, a mio avviso, ogni stagione e’ bella, se sappiamo apprezzarne i frutti, le ricorrenze personali e i momenti, anche meno felici, da condividere con gli altri e perché no, con il mondo, visto il successo dei social (come Facebook, Twitter, ecc). (altro…)

Per chi suona la zampogna cerquetana?

Forsythia – Ph. Giuseppe Bianchini

La zampogna conservata nel museo  etnografico di Cerqueto certamente non tornerà a farsi più sentire e, come da diversi decenni, continuerà ad osservare  per sempre il silenzio. Se la zampogna cerquetana tornasse a suonare verrebbe sottoposta ad uno stress al quale non è più abituata da tempo e sarebbe uno sforzo inutile e destinato a fallire. Essa, come gran parte degli strumenti antichi, è come un tesoro,  uno scrigno, che va  ammirato e studiato perché possa essere riprodotto e perché  le sue  melodie  possano tornare a suonare.  Sono quelle melodie che raccontano  il nostro passato e la nostra storia e parlano di noi e dei valori del nostro territorio e per questo devono  risuonare ancora.

(altro…)

Uno spettacolo suggestivo ed un successo di pubblico per la 46ª edizione del Presepe Vivente

Come da “copione”, i duecento figuranti hanno dato vita a Cerqueto, il 26 dicembre alle 18:30, alla 46ª edizione del Presepe Vivente. Uno spettacolo teatrale in piena regola, dove a far da sipario una splendida luna ed un cielo di stelle e da palcoscenico una montagna solcata da sentieri illuminati ad arte, dove, attraverso una sequenza fluida e armonica, si muovono i personaggi. La rappresentazione prende vita in un’atmosfera tiepida, tutt’altro che gelida, quasi mistica, in una parola, insolita direi, per un paese di montagna nella stagione invernale. Così, complice un pò anche il clima mite, certamente la ormai storica popolarità del presepe, che costituisce un appuntamento imperdibile, nel giorno di Santo Stefano, non ha deluso i quattromila spettatori che hanno assistito, increduli ed emozionati, all’evento. (altro…)

La strada promessa

Le scelte sbagliate si portano sempre dietro delle conseguenze negative. Quello che sta accadendo in questo periodo, relativamente alle incognite sulla riapertura degli impianti sciistici dei Prati di Tivo, non fa altro che confermare tale principio. Ad oggi, non si sa ancora se gli impianti saranno in funzione per la stagione invernale. Con ogni probabilità alla fine verrà trovato un espediente temporaneo che ne consentirà il funzionamento, ma comunque queste tensioni sono indizi, peraltro già emersi in precedenza, di evidenti difficoltà di gestione. Oltre alle superabili beghe territoriali tra i Comuni di Pietracamela ed Isola del Gran Sasso, gravano, in misura molto più rilevante, i pesanti oneri finanziari costituiti dagli interessi da pagare a fronte di un investimento pubblico di oltre tredici milioni di euro, occorsi per costruire il solo impianto di risalita, che ha sostituito la vecchia seggiovia della “Madonnina”. Senza contare quelli già spesi per gli altri impianti più piccoli. E’ facile anche presumere che i costi di gestione, in un impianto sovradimensionato rispetto all’effettiva affluenza turistica, possano aver superato i ricavi. (altro…)

Pastorale sotto le stelle

Appuntamento da non perdere a Cerqueto, il 10 – 11 e 12 agosto per l’inaugurazione della Pastorale, la sagra cerquetana, quest’anno alla sua prima edizione. L’occasione è ghiotta per gustare, in una coregrafia di colori e sapori, nello scenario incantevole del Gran Sasso, le specialità e i prodotti tipici della cucina cerquetana, tra i quali spiccano  la pecora alla callara e il prelibato pecorino. (altro…)

“Borghi attivi”

É stato oltremodo gradito l’invito da parte del Presidente della Pro Loco di Cerqueto a compilare il questionario  relativo al progetto “Borghi Attivi – Statuto partecipato dei paesi d’Italia”, a cui ha aderito il nostro comune di Fano Adriano,  insieme ad altri quattro comuni del cratere – Tione degli Abruzzi, Fontecchio, Pescomaggiore (frazione dell’Aquila) e Civitella Casanova e promosso dal  WWF di Teramo,  capofila , e finanziato dall’ACRI – “Emergenza Abruzzo”. (altro…)

La 45ª rappresentazione del Presepe Vivente

Di questi tempi a Cerqueto il “Presepe Vivente” è l’argomento che non finisce mai di appassionare ed animare accese discussioni.

Anche quest’anno non ha fatto eccezione perché il presepe è chiaramente un patrimonio di tutti gli abitanti di Cerqueto e nel tempo è diventato una tradizione di tutta la zona della montagna del teramano.

Eppure chi assiste per la prima volta alla rappresentazione non può in alcun modo immaginare che sia il frutto del lavoro di così poche persone e con così scarsi mezzi a disposizione. Ogni volta si tratta di un prodigio che si ripete in modo quasi miracoloso e tutti coloro che ci lavorano lo sanno bene. Da sola, questa evidenza, dovrebbe essere sufficiente a fugare tutte le polemiche.

Più che descrivere scene, musiche ed effetti di luce, in questa ultima edizione ancora più straordinaria  del solito, vorrei soffermarmi sul significato che un evento del genere costituisce per il paese e la sua comunità. (altro…)

Salviamo il nostro dialetto!


Il  cerquetano viene ancora ampiamente usato a Cerqueto. Se c’ è bisogno di una comunicazione rapida e colorita, diretta ed efficace, amichevole e affettuosa, il dialetto cerquetano per i cerquetani rimane lo strumento più efficace. Ma il  salto verso l’italianità linguistica è stato enorme  negli  ultimi  50 anni, diverse espressioni  e termini sono  inevitabilmente  in disuso, se non addirittura cancellati, in quanto scomparsi gli oggetti o i concetti a cui erano legati.  Il dialetto è cambiato e sta cambiando sempre più rapidamente in armonia con una circolazione di termini, lingue, linguaggi e idee, un tempo neanche immaginabile.  Molti termini, espressione e supporto di una cultura sostanzialmente modificata,  sono stati sostituiti, nel corso degli anni, da altri termini  più rispondenti alle necessità dell’attuale cultura, determinata dalla modernità, dall’istruzione, dalla televisione. (altro…)

Paesi abbandonati

In estate, come sempre,  Cerqueto si rianima, diverse case si riempiono fino alla festa del Santo Patrono, S. Egidio, il 1 settembre. Ma le presenze sono sempre meno e con i ricambi generazionali, i legami sentimentali e culturali,  che le determinano,  si affievoliscono sempre di più.  I villeggianti estivi e dei fine settimana o qualche piacevole festa  sono un argine illusorio all’abbandono e il problema rimane in tutta la sua drammaticità. Spesso ci si trova immersi in una condizione surreale in cui il tempo sembra essersi fermato e dove fortemente si percepiscono decadenza e vita che fu. Preoccupante degrado sia dei singoli edifici, spesso fatiscenti, sia dell’ambiente circostante, ormai in preda alla conquista della natura. (altro…)

Cerqueto Informa guarda al mondo

Con questo nuovo numero siamo già arrivati al quarto in pochi mesi, senza contare l’anteprima del mese di giugno. Devo dire che quando qualche anno fa Adina propose di produrre un piccolo giornale che fosse in grado di raccogliere e sistemare le notizie del momento, insieme con le vicende e gli episodi testimoni della vita passata riguardanti Cerqueto, ebbi alcune perplessità al riguardo. Mi sembrava che le notizie  a nostra disposizione sarebbero state talmente poche che avremmo potuto fare uno o al massimo due numeri l’anno. E che comunque anche per produrre queste ci sarebbe voluto un lavoro impegnativo. Una volta partiti, grazie alla tenacia di Adina, ci siamo accorti che invece c’erano molti argomenti che potevano essere trattati e che anzi potevano essere ulteriormente sviluppati rispetto a quanto riportato nei primi articoli. Il preventivato lavoro impegnativo però adesso è reale e quando si avvicina la data stabilita, si accumulano sempre molte cose da fare. (altro…)

Un tuffo nel passato e un tuffo al cuore!!!

Come non commuoversi dinanzi ad uno spettacolo tanto suggestivo ed incantevole!

Va bene, ammetto che da parte mia c’è una “corrispondenza d’amorosi sensi” tra il presente, da spettatrice ed il passato, piuttosto recente a dire la verità, da figurante, come tanti altri, affezionati al nostro Presepe Vivente. (altro…)

Diritti e doveri per una sana convivenza

Un desiderio, una parola è giunta quasi come un ritornello da tutte le e-mail a noi  pervenute: l’auspicio di un futuro migliore, l’unità del paese. Tanti sono coloro che desiderano che il nostro paesello diventi più unito. Essere uniti vuol dire porsi il problema della sana convivenza, di come le persone che fanno parte della comunità  possano convivere  senza ledere gli uni i diritti degli altri.  E la buona convivenza si fonda sulle regole alle quali non ci possiamo sottrarre, pena l’anarchia, la scarsa chiarezza, le incomprensioni, le tensioni,  l’immobilismo. In ogni società, e anche nelle piccole comunità come la nostra, le regole da rispettare non sono solo quelle  esplicite ma anche quelle  implicite, sono quelle norme di comportamento che rappresentano il nostro patrimonio comune, fanno parte del nostro bagaglio culturale e morale. Il rispetto di tali norme non è un optional ma è alla base di una sana e fattiva convivenza. E poi le norme  o si applicano o non si applicano, non possono convivere un po’ di regole, un po’ di amicizia e il resto … non si capisce cosa sia, lassismo, risentimento, mancanza di rispetto. (altro…)

Editoriale Cerqueto InForma n. 1 Agosto 2010

(altro…)