Crea sito

Cerqueto InForma

Storia, cultura e vita di un paese

Presenti ad Ortona le tre tipologie di zampogna abruzzese:la cerquetana, l’avezzanese, la guardiese. Per la zampogna cerquetana ha suonato Vincenzo Macedone di Montorio al Vomano

Il presidente dell’ AZADA di Ortona (Associazione Zampognari D’Abruzzo) prof. Aldo D’Anastasio ha premiato l’incisore pescarese Vito Giovannelli, per i suoi studi sulle zampogne arcaiche d’Abruzzo. La premiazione di Vito Giovannelli, socio fondatore del“Nuovo Circolo Aternino”, è avvenuta in occasione dell’apertura della Novena dell’Immacolata, manifestazione zampognara giunta alla quarta edizione. Momento toccante della cerimonia d’apertura è stata la suonata davanti alle edicole votive della città (le famose Madunnelle), dove tutti gli zampognari si sono esibiti a turno, in presenza di un folto pubblico, accorso numeroso anche in occasione dell’apertura del mercatino di Natale. Gli zampognari abruzzesi, ovviamente, hanno suonato con le zampogne costruite nella nostra regione tra le quali spiccavano il modello avezzanese a chiave, il modello zoppo cerquetano e quello guardiese, costruito, quest’ultimo, completamente in canna palustre e per questa particolare struttura considerato il modello più arcaico d’Italia. La ripresa della Novena dell’Immacolata di Ortona, grazie all’interessamento del presidente dell’Istituzione del Palazzo Farnese, riporta alle vecchie tradizioni natalizie abruzzesi, nelle quali gli zampognari erano e sono ritornati ad essere personaggi di spicco dell’evento natalizio. La premiazione è avvenuta presso lo storico Palazzo Farnese di Ortona. Ha allietato la serata, con balli tradizionali, il gruppo folcloristico ” Compagnia della Pescara”.

Natale 2015

Valentina Santoro