Crea sito

Cerqueto InForma

Storia, cultura e vita di un paese

Proverbi – Modi di dire

L’eredità

“L’animë a Dio
Lu cuorpe a la terrë
E la robbë a chi aspetta”

Così si sentenziava  quando qualcuno si  appropriava di un’eredità che non gli apparteneva, scuotendo la testa come a ribadire che non era giusto. Questo detto  ricorda il testamento di Michelangelo descritto da Giorgio Vasari in una pagina della sua opera “Vite”:

“Fece testamento di tre parole: che lasciava l’anima sua nelle mani di Dio, il suo corpo alla terra e la roba ai parenti più prossimi”.

Le cose da evitare

Tre cusë frechë lu villonë:
Lu mercantë, la credenzë e l’acqua pianë


Tre cose ingannano l’essere umano

  • il mercato: acquistare cioè qualcosa a poco prezzo: poco costa e meno di poco vale. Nessuno regala niente a nessuno!
  • la credenze: fare credenze ossia comprare e pagare dopo. Così gli interessi posso crescere a dismisura.
  • l’acqua piana: l’acqua leggera, l’acquerugiola tanto cara al mese di Novembre che ci bagna più dell’acqua forte: tanto piove piano, non ci ripariamo … e ci troviamo bagnati!

Amore non corrisposto

Tira lu vento e nzì po’ navigare  manghe contra la sorte se po’ ire e manghe contra genie affa l’amore

Delusioni e Speranze

Tant’anni ci sò messo a fa un castello e tutti mi dicevano castellano;
ora che l’ho dipinto e fatto bello le chiavi mi sò perso da le mani;

sor masto come lu pittore senza pennello e come lu cacciatore senz’armi in mano;
così sor masto io, mio caro amore, contento ti farò se non mi moro.