Crea sito

Cerqueto InForma

Storia, cultura e vita di un paese

Ricordi di un’estate cerquetana

Siamo già a novembre ed affiora nei nostri cuori un briciolo di nostalgia per la bella stagione appena trascorsa.
Quest’anno a Cerqueto, come ogni estate, tanti compaesani sono tornati a trascorrere le ferie, spinti da un forte attaccamento al nostro bel paese e forse anche dalle numerose ondate di caldo asfissiante proveniente dall’Africa e che non ha dato tregua da giugno a settembre.
Quindi, un pò per i vari Scipione, Nerone, Caligola, ecc.., un po’ anche a causa della crisi economica che non consentiva soggiorni in località esclusive, tranne che ai vip, agosto a Cerqueto ha rappresentato, almeno per noi irriducibili e ovviamente per i residenti, un’oasi di freschezza e di pace, un’occasione per ritrovarsi, perché no, a tavola anche!
E sì perché quest’anno c’è stata più di un’iniziativa, sia di carattere “mangereccio”, sia culturale.
Certamente lo scopo oltre a quello ricreativo, animatore, è stato quello aggregante, stimolatore di comuni interessi, quali il bene collettivo, la socializzazione…
È  con tale spirito che si è dato vita per la prima volta alla “Pastorale sotto le Stelle”, svoltasi nel Rione Colle, all’interno dell’area sportiva, polivalente, per consentire e favorire l’accoglienza di un pubblico numeroso.
Così, nei giorni 9-10 e 11 agosto è stata realizzata la prima edizione della Pastorale, accolta con entusiasmo da tutta la popolazione, o quasi, che ha partecipato ad ognuna delle tre serate cenando sotto le stelle, appunto!
Fin qui, niente di più simile alle comuni sagre di paese, che, specie in agosto, ma per tutta l’estate intrattengono il pubblico locale e quello dei vacanzieri.
A Cerqueto, è stata offerta al pubblico, assieme alla degustazione di selezionati e ottimi piatti locali, naturalmente legati alla pastorizia, la possibilità, splendida, è il caso di dirlo, di osservare costellazioni e pianeti!
In collaborazione con l’Osservatorio Astronomico di Teramo, infatti, sono stati posizionati due diversi telescopi (in realtà apparecchiature molto sofisticate e complesse che proprio non saprei descrivere, certo che erano potenti!), alla fine del Rione Castello, quello più alto del paese, al buio, in modo da poter realizzare il suddetto intento.
È stato veramente bello!! Immaginate di trovarvi, in un paese per cenare con prodotti tipici: pecora alla callara, arrosticini, pecorino, frittelle, primi piatti fantastici e di poter ammirare con l’ausilio di strumenti idonei e guidati da esperti astronomi, il pianeta Saturno, visibilissimo, le costellazioni più note, la Stella Polare…..
Insomma un’occasione unica. Anche i bambini, confermo per esperienza personale, hanno apprezzato molto, assieme alle varie leccornie, lo spettacolo offerto a Cerqueto, molto diverso dai cartoni animati, ma ben più emozionante e bello da raccontare ai compagni al ritorno dalle vacanze.
E la musica? Come poteva mancare la musica, se d’estate le piazze dei paesi e i quartieri delle città fanno ballare ogni sera gli appassionati e non del genere popolare, folk, latino-americano, ecc..?
Bene, durante le serate della Pastorale, all’inizio, per qualche minuto, si ascoltava appunto….la Pastorale, omonima opera classica di Beethoven. E poi? I nostri bravissimi suonatori e cantanti Alessandro e Marzia hanno allietato piacevolmente le serate. La sera conclusiva, purtroppo il cielo faceva un po’ le bizze e non si lasciava osservare benissimo; in compenso, il cantante Roppoppò e la sua Band hanno offerto al pubblico, molto più numeroso, devo dire, ma anche nelle due serate precedenti l’affluenza è stata discreta (per essere la prima edizione…), un concerto, aperto dalla zampogna sul motivo dell’ultimo movimento della Pastorale, sempre secondo me per rimanere in tema, degno di nota positiva.
Sicuramente è auspicabile che tale iniziativa venga riproposta l’estate prossima, augurandoci che sempre più persone abbiano voglia di contribuire, anche in piccole cose, idee, critiche, sempre apprezzabili, purchè costruttive e che il pubblico apprezzi la spontaneità e la semplice meraviglia che viene dalle piccole cose!

Isabella Del Papa