Crea sito

Cerqueto InForma

Storia, cultura e vita di un paese

Soprannomi cerquetani negli ultimi due secoli

Giorgio Brazzoduro

 Soprannomi riferiti ai casati

‘Allarirë, arc., casato m.pl., forse fabbri, sicuramente avevano a che fare con le caldaie
Ndїnillë,  arc., casato sing., detentori di tanti oggetti utili per fare di tutto,  dalle zappe alla ferratura degli asini

Ajjërdë,  arc., casato m.pl.,vivaci di carattere – gagliardi
Baldeunë,   arc., casato m.pl., vivaci, baldi
Baruozzë, arc., casato sing., probabilmente portatori di barili
Beuscë, arc., casato sing., abitanti in un vicolo stretto e buio
Bucchëntë, arc., casato m.pl., abitanti all’imbocco del paese, arrivando a Cerqueto da Pietracamela
Canuonїchë,  arc., casato m.pl., quasi sicuramente dipendenti della casa canonica
Canzanë,  arc., casato sing., inizialmente qualcuno proveniente da Canzano
Casciüttë, arc., casato sing., che facevano caciotte di formaggio  buone e belle
Chiappaciëllë,  arc., casato sing., originariamente da persona che andava in cerca  di nidi di uccelli
Cianganïllë, arc., casato  sing., da persona dalla andatura incerta
Cianghittë, arc., casato m.pl., da persona dalle gambe leggermente storte o forse dall’andatura non proprio sicura
Ciaraciücchëlë, arc., casato sing., persona dall’andatura ciondolante
Ciarammïllë ,  arc., casato m. pl., bravi suonatori di ciaramelle ossia  zampogne
Ciavelë, arc., casato  m.pl.,  persone molto loquaci
Ciaviëjjë , arc., casato m.pl., da qualcuno della famiglia che balbettava
Cicamaurë,  arc. casat0 sing., originariamente persona accecata dall’amore
Cucciaunë, arc., casato sing., da  persona  dalla testa grossa forse anche dura
Cullë lunghë, arc., casato m.pl., probabilmente per il  collo pronunciato
Cїmplїcїstë, arc.,  casato sing., gente molto semplice e bonaccione
Cїpїcchië, arc.,   casato sing., da qualcuno che si addormentava facilmente per una pennichella
Dunateunë, arc., casato m.pl., da grande  Donato,  ricco possessore di armenti
Fëstojnë,  arc.,  casato sing., proprietari di una grande cucina in cui si  ballava spesso
Flippë,  arc., casato sing., da un antenato di nome Filippo
Fraschirë, arc.,  m.pl., adoperavano  bene le frasche (fronde degli alberi)
Furirë,    arc., casato m.pl., da qualcuno che s’infuriava spesso o faceva tutto di fretta
Gnagnittë, arc., casato sing.,  forse da qualcuno che aveva avuto qualche difetto nel parlare
Mastreunë, arc., casato m.pl., persone molto capaci e brave a svolgere qualsiasi lavoro
Ndunїjeunë, arc.,  casato m.pl., dal grande Antonio,  che possedeva un numero elevato di armenti
Pampanїllë, arc., casato sing., derivato dal cognome Pampilo
Panettë, arc.,  m.pl., tutte donne e maestre nel fare il pane
Panzittë, arc.,  casato sing., casato da qualcuno senza pancia o con pancia pronunciata
Pїcchїzzarrë, arc.,  casato sing., da qualcuno della famiglia che era stato a lavorare in Ucraina
Ricchiettë, arc., casato sing., da qualcuno dalle orecchie grosse o piccole
Ruscë, arc.,  casato sing., rossi di capelli
Sarteurë,  arc., casato  m.pl., sarti molto apprezzati
Sarturiellë,  arc.,   casato m.pl., sarti non molto apprezzati
Sëgateurë , arc.,  casato m.pl.,  stirpe di falegnami
Sörgentë ,  arc., casato sing., abitanti in un luogo toccato dai primi raggi del sole  oppure , secondo un’altra fonte,  utilizzati a  guardia dei luoghi sacri,  sempre testimoni ai matrimoni e altri eventi ufficiali.
Stëcchiulë, arc., casato sing., secchi come se  patissero la fame (stecchia)
Sїchittë , arc., casato sing.,  soliti usare una piccola sega
Tavinë , arc., casato  m.pl., tafani, forse da qualche antenato pungente
Tenëntë, arc.,  casato m. pl., proprietari di qualcosa di importante, si potrebbe pensare alle greggi
Ticchë, arc., casato sing., discendenti da un calzolaio, onomatopeico dal rumore tipico del martello
Truojjë, arc., casato m.pl., dal cognome Troia, diffuso nella zona
Vlatteunë, arc.,  m.pl., bravi nel battere con le fruste
Zënoblë, arc.,  casato sing., dal cognome  Zenobi, diffuso nella zona
Zїcchїrillë, arc., casato sing., probabilmente perché qualcuno era stato piccolino come un chicco di cereale

Soprannomi riferiti alle singole persone

Bërracciaunë, arc.,  s.m., persona che andava in giro con una borraccia d’acqua
Baffittë, arc., s. m., inizialmente una persona dal baffo particolare
Corvënanoirë, arc., s.f. donna scura di pelle
Cotalonghë, arc., s.f. donna che portava la gonna (lu uarnïllë ) più lunga posteriormente, o dalla coda di cavallo con cui si acconciava i capelli
Coterazinzërë, ant., s. f. ragazza dall’andatura sicura e arzilla
Crollë-creutë, ant., s.f., pallida come un panino poco cotto
Cuchëmilllë, arc., s.m., da qualcuno sempre accovacciato come un cocomë vicino al fuoco
Cuculettë, ant., s. f.,  donna sempre accovacciata per terra
Curvënënoirë, arc., s.m., parroco dall’abito nero come il corvo
Laccaffè, arc., s. f., donna amante del caffè
Lavvucatë, ant.,  s.m.,  avvocato, persona brava ad argomentare
Lu Ciufflarë, arc., s.m.  persona che fischiava spesso
La Fanësettë, arc., s.f. donna che veniva da Fano
La Fasciänë, ant., s.f., ragazza bella e prosperosa come il fagiano femmina
La Giurnalistë, ant., s.m. giornalista, persona sempre informata su tutto, specie le ultime novità
La Signaurë , arc., m.pl., da una persona signora, non propriamente una lavoratrice e schiva dei lavori pesanti
Lu Cavalirë,  ant.,  s.m., cavaliere, di bella presenza e importante
Lu Fratë, s.m., persona che da giovane aveva tentato di fare il frate
Lu Pendë , arc., s.m., persona  dalla faccia macchiata in seguito al vaiolo
Lu Pïrëtë, arc., s.m., perito, dedito alla spartizione dei terreni
Lu Prëfettë, arc., s.m., persona  importante, apprezzata  da tutti
Lu Pretaurë, s.m.,  pretore, persona che si erge a giudice
Lu Sinëchë,  arc., s.m,  sindaco, persona tenuta in grande considerazione
Martillë, arc., s.m .,  che usava sempre il martello
Masciunarë, arc., s. f.,  proneniente da Mascione

Mazzocchë, arc., s.m.,  grande e grosso, dal cognome Mazzetta
Mërettë, arc., s.f., piccola e scura di pelle
Papë, ant., s.m., persona comoda e esigente , anche rispettata
Pappummë, ant., s. m., persona che si vantava di cose non vere
Piomondë, ant.,  s.m., persona  molto buona
Pupettë, arc., s.f., donna  bella come una bambolina, forse ironico perché utilizzato per una donna abbastanza robusta e ben in carne oppure utilizzato per la stessa persona fin da bambina
Pëpëntaunë, arc., s.m., persona piccante
Pëstarulë, arc., s.m,  persona impiegata all’ufficio postale
Sammeuchë, ant.,  s.m. perché da piccolo si rifugiava sempre sotto una pianta di sambuco
Setacciarë,  arc.,  s.f., persona che andava sempre in giro per le case, esaminando e vagliando ogni cosa
Sfardellë, arc., s.f.,  amante dello sfarzo oppure un po’ maldestra

Sfërratë, ant.,  s.m., letteralmente senza ferri come gli asini e i muli, , probabilmente per qualche difetto nel camminare
Sfonnë,  ant., s.m., senza fondo,  amante di donne, galante
Tїrїtippë, arc.,  s.m.,  persona che suonava l’organetto con qualche difficoltà , allusione  al suono ripetitivo d, ello strumento
Zambrë, arc., s. m.,  persona venuta da chissà dove, di origine ignota, indefinita

Soprannomi  di cui non si conosce il significato

‘Strangëlë, Bicchë, Bonorë, Capischë, Cappellë, Ciardїllë, Cutellë,Cїcchїnardë,Cїllittë, Falaschë, Favettë, Giaccoinë, Jambrånë, Jubbånë, Lu Pëccatë, Lu Pëzzarë, Mantïllë, Muffë, Picchiulittë, Pijjagrillë, Porcapajjë, Pїrëllë, Rambëllë, Rëferzë, Scëllaunë, Sciascittë, Strїfillë, Tëtoinë

    Legenda

  • Diversi soprannomi riguardanti i casati cambiano numero e genere e sono riportati al maschile plurale. Quando il casato è usato solo al singolare viene riportato il termine casato singolare.
  • Per i nomi riguardanti le singole persone è stato riportato l’articolo del maschile singolare “lu”  come pure l’articolo singolare femminile “la”,   indispensabili e  parte integrante dell’appellativo  soprattutto per i nomi comuni, indicanti mestieri.  
  • arc. =  arcaico, termine coniato almeno nell’ 800
  • ant. = antico, termine coniato nel 900
  • casato sing. = indica il nome del casato usato solo al singolare
  • casato m. plur.= indica il casato in genere utilizzato al maschile plurale con l’articolo “li”
  • s.f. = termine singolare femminile
  • s.m. = termine singolare maschile
 

Gianna Lisii –  Adina Di Cesare